NON SOLO DIETA!

Forse il più confortante dei nuovi studi, pubblicato il mese scorso sulla rivista “Arteriosclerosi, Trombosi e Biologia Vascolare” ha di nuovo utilizzato i precedenti dati dei corridori e camminatori: i primi hanno avuto molto meno rischio di pressione alta, di colesterolo cattivo, di diabete e malattie cardiache rispetto ai loro coetanei sedentari. Ma gli escursionisti stavano facendo ancora meglio. Mentre, per esempio, i corridori hanno ridotto il loro rischio di malattie cardiache di circa il 4,5% allenandosi un’ora al giorno, gli escursionisti che hanno speso la stessa quantità di energia al giorno hanno ridotto il loro rischio di malattie cardiache di oltre il 9%. Certo, alcuni escursionisti corrispondono quasi ai runner come dispendio energetico. “E’ giusto dire che bisogna camminare una volta e mezzo di più e si impiega circa il doppio del tempo, rispetto alla corsa” ha detto Paul T. Williams, uno scienziato del personale presso il Lawrence Berkeley National Laboratories e autore principale di tutti gli studi che coinvolgono le indagini dei corridori e camminatori. D’altra parte, le persone che iniziano l’attività di camminata sono a volte meno sane di quelle che iniziare a correre, per questo motivo i loro benefici per la salute possono essere proporzionalmente maggiori. “Ma ricordiamoci che, di corsa o camminando, meglio una di queste due anziché nessuna delle due“, ha specificato il dottor Williams “qualunque siano i vostri obiettivi di salute”. (autore: D. Bortolotti)

Post Recenti 
Ricerca per Termini
  • Facebook Basic Square
Segui