R'ESTATE IN FORMA

Ma in estate si dimagrisce o si ingrassa? C'è chi arriva in forma, con un percorso di remise en forme e non vuole buttare alle ortiche i risultati ottenuti. Per capirci di più e non vanificare la dieta, oppure per approfittare del maggior tempo a disposizione per limare i cuscinetti, vediamo dove si annidano i potenziali nemici, con un piccolo vademecum estivo suggerito dalla Dott.ssa A. Carini Potenziali punti critici Vita fuori casa: può essere più difficile trovare cibi poco conditi, poco salati o integrali, dato che spesso si mangia fuori, o in casa d’altri. O si trascorrono periodi in hotel e resort tradizionali

Desiderio di socialità: è il periodo delle cene da amici, grigliate fuori porta, aperitivi

Qualità dei carboidrati: subiamo pressione martellante con l’offerta di gelati e bibite! E da tv e riviste commentatori ed “esperti” ci spingono a sostituire pasti con dolcetti rinfrescanti e granite. Dimenticando, o forse ignorando, quello che lo zucchero fa una volta entrato nel nostro corpo

Perdita liquidi: sudorazione, perdita sali minerali

I nostri alleati del periodo

Minore condimento dei piatti: olio extravergine (crudo ed in cottura), olio di singolo seme

Più vegetali crudi: la grande offerta del momento ci invoglia, con insalate, frutta, verdure crude in grande varietà, ricche di fibre e di acqua

Cotture più semplici/leggere: fresche insalate di riso o di farro, veloci preparazioni di carne e pesce, contorni crudi. Niente fritture, soffritti o stracotti

Tempo libero: spesso si hanno maggiori margini, sia per le giornate più lunghe che per le finestre vacanziere, che aiutano a dissipare lo stress. Approfittiamone per riposare appieno. I legami tra corretto recupero psicofisico e peso corretto sono fortissimi

Luce e belle giornate: per l’umore, per la manutenzione della matrice ossea, per la vitalità. I benefici sono tutto intorno.

Quindi, in tutto il periodo, occorre….

Fare il pieno di antiossidanti e minerali: vegetali crudi, spremute, centrifugati

Bere molto: acqua naturale o gasata, tisane fresche, tè verde, succhi non zuccherati

Proteine+carboidrati: pensare al pasto “a cominciare dal secondo”, così da non esagerare con i carboidrati

Limitare l’introito di sale: evitare il ricorso sistematico a formaggi saporiti, affettati, salse

Inserire qua e là dei pasti depurativi: una cena di solo minestrone fresco. O un’insalata variegata. O yogurt intero bianco con aggiunta di frutta fresca. Il risveglio con pancia-piatta rende bella tutta la giornata

Da evitare: salse salate/fermentate/zuccherate (soia, ketchup, ecc.), superalcolici o amari, zucchero nelle bevande (compresi tè e caffè), cibi che si smangiucchiano chiacchierando, come crackers/grissini, semi oleosi, ecc.

Muoversi! Va colta ogni occasione di movimento, da quelle istituzionali (palestra, corso in piscina, tapis-roulant/cyclette a casa) a quelle occasionali (mare, montagna, ecc.)

E per le situazioni “speciali”? Serve una strategia. Serata aperitivo: i nostri consigli

Puntare al “FRESCO”: cercare crudità (carote in bastoncino, insalatine, pomodori, fagiolini, macedonia, frutta a cubetti, spremute)

Focalizzarsi sulle “PROTEINE”: omelette alle verdure, insalata di pollo al curry, schegge di parmigiano, mozzarelline, gamberetti

Parola d’ordine “BERE SANO”: spremute, centrifugati, frullati. Limitarsi alle bevande poco alcoliche e senza zucchero: basta un calice di vino o birra in quantità moderata

LIMITARE: pizze e focacce, panini imbottiti, spumanti

EVITARE: zucchero, salatini, noccioline salate, patatine, bibite, superalcolci.

E per finire, il gelato!

Inutile girarci intorno: è un “super-carboidrato”: non sostituisce il pasto. Va gestito e goduto con criterio, così che il piacere che ne ricaviamo sia intelligente. Se dopo andremo a prendere il gelato, avrò cura di inserire tante buone fibre al pasto e limitare la parte carboidrati (primo e pane).

Buona estate a tutti!

Post Recenti 
Ricerca per Termini
  • Facebook Basic Square
Segui